A seguito di una trauma cranico o di una lesione cerebrale, una o più componenti del linguaggio possono essere danneggiati e in questo caso siamo di fronte ad una condizione clinica definita Afasia. L’ Afasia determina un’incapacità ad usare il linguaggio per cui la persona non riesce ad esprimersi o a comprendere ciò che le viene detto. Spesso l’Afasia si associa ad una paralisi della metà destra del corpo ed ad altri sintomi, quali ad esempio deficit di attenzione o di memoria ed in genere di contatto con l’ambiente e le persone circostanti.

Alle persone colpite da afasia accade quello che viviamo quando, per esempio, andiamo all’estero e non siamo in grado di farci capire o comprendere quello che gli altri ci dicono, solo che le persone afasiche vivono questa condizione nella vita di ogni giorno, proprio perché hanno perso la facoltà del linguaggio. L’Afasia si può presentarsi in forme diverse in base alla gravità del deficit e a seconda della sede e dell’estensione della lesione cerebrale. Alcuni afasici non hanno difficoltà a comprendere il linguaggio ma non riescono a trovare le parole per esprimersi e costruire delle frasi corrette, altri, invece, hanno un linguaggio fluente ma difficile da comprendere a causa degli errori sia a livello di singole parole che di frasi.

Nella maggior parte dei casi i pazienti afasici mantengono intatta l’intelligenza e non devono essere confusi o trattati come dementi!

Il quadro afasico tende a migliorare spontaneamente,anche se spesso il recupero non è mai completo e attraverso l’impegno del paziente e l’aiuto della terapia logopedica, si può avere un ulteriore miglioramento del deficit afasico.